rebels-nob-where-to

Voglia di volare via da Roma: Smor e Mama-ya Ramen

L’inverno imperversa e noi vogliamo evadere. Nuovi orizzonti, voglia di viaggiare. Ma se gli impegni non te lo permettono, tranquillo.
Esci e goditi il gusto esotico di Roma.

smor-roma-rebels-nob

Smor

Il vichingo che mancava a Roma e no, le polpette Ikea non le consideriamo. Smor significa burro e viene accoppiato a Brod, pane. Aggiungiamo del pesce marinato e otteniamo gli Smorrebrod, lo street food con cui il Grande Nord ci ha conquistato insieme ai mix di bolliti insoliti ma azzeccati. Senti l’esigenza di una cena a mille chilometri? Eccola. Attenzione: l’idea è venuta ad un Triestino con i pensieri rivolti ancora più a nord e la matrice friulana affiora a tratti, ma non vi diciamo dove.

Cosa ti ricorderai di Smor? La capretta che ti accoglie all’ingresso!

Smor | Roma | via Cesare Paoletti, 23

Mamaya Ramen Roma Nob

Mama-ya Ramen

Di certo non mancavano posti dove andare a mangiare il Ramen a Roma, soprattutto a Ostiense. Ma se il menù è curato da uno chef giapponese stellato che normalmente non si occupa di cucina made in Japan allora un po’ la cosa ci intriga. In cucina solo donne e il nome è l’unione delle iniziali di Margherita e Mariana, le proprietarie. Un salto in giappone con stile (e leggerezza!), altro che all you can eat.

Segni particolari? I lunchbox sembrano proprio quelli dei cartoni animati di Super3.

Mama-ya Ramen | Roma | Via Ostiense, 166