Le arti digitali di Davide Quayola

A noi di NOB piace tutto ciò che avanguardia creativa e la nostra “sana” curiosità ci porta naturalmente ad andare ad esplorare quello che è un nuovo universo dell’arte contemporanea ovvero il mondo della arti digitali. Ieri si è tenuto il secondo appuntamento con Simposio, un talk show incentrato sulla discussione attorno alle arti digitali ed al rapporto tra uomo e macchina, o per essere più attuali, tra uomo e algoritmo. Abbiamo avuto anche modo di segnalare questi eventi all’interno della nostra agenda qualche settimana fa. Uno dei protagonisti di questa seconda puntata è stato Davide Quayolaartista romano che grazie alla sua creatività ed alla passione per i software di manipolazione grafica è diventato uno degli artisti contemporanei delle new media arts più affermati al mondo.

Quayola è un artista visivo che attualmente risiede a Londra. Indaga i dialoghi e le collisioni imprevedibili, le tensioni e gli equilibri tra il reale e l’artificiale, il figurativo e l’astratto, il vecchio e nuovo. Il suo lavoro esplora fotografia, geometria, ma anche le sculture digitali basate sul tempo. Fondamentali per il suo iter sono state le immersive e spettacolari installazioni audiovisive.

Quayola è un artista visivo che attualmente risiede a Londra. Indaga i dialoghi e le collisioni imprevedibili, le tensioni e gli equilibri tra il reale e l’artificiale, il figurativo e l’astratto, il vecchio e nuovo. Il suo lavoro esplora fotografia, geometria, ma anche le sculture digitali basate sul tempo. Fondamentali per il suo iter sono state le immersive e spettacolari installazioni audiovisive.